Finalmente ieri sera sono andata alla presentazione del nuovo libro di mio fratello Vincenzo e credo di averne anche abbondantemente parlato nella mia piccola e molto modesta cronaca minuto per minuto che potete leggere qui, mentre la fotostoria la trovate alla fine. Però devo aggiungere qualcosa, perché come sempre non riesco a tenermi nu’ cicero mmocca (un cece in bocca).
Devo ringraziare Vincenzo perché mi ha permesso di conoscere delle persone veramente speciali come mastro Antonio, Gerardo lo splendido proprietario del ristorante la Pignata a Bracigliano, un’ospitalità molto al di sopra di quanto richiedeva il suo lavoro, e poi Gennaro, il barbiere di Castel San Giorgio, Riccardo, il compagno di Maria, coautrice del libro insieme a Nicola e Alessio. Mancavano Mariateresa e Colomba, che avrei voluto tanto conoscere Il capitolo di Colomba mi ha coinvolto veramente molto. Tutte persone speciali perché fanno il loro lavoro con amore e passione e lo fanno bene. In effetti a pensarci bene sono persone normali, ma oggi essere normali è qualcosa di veramente speciale.
Oggi sono felice perché sono un po’ più ricca della cosa più bella: di umanità.
Nunzia
P.S. Visto che ci siete leggete anche l’articolo di mio fratello, non ve ne pentirete.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci